Cambio casa, Cambio vita
19 maggio, 2018
4

La prima puntata dell’ottava edizione di Cambio Casa, Cambio Vita!

Cliente
Angela, casalinga con tre figli maschi e un marito sempre in giro per lavoro.

Esigenze
Rinnovare la casa appena acquistata, davvero ferma nel tempo, trovando lo spazio per una cucina che si rispetti e andando incontro alle esigenze di ogni membro della numerosa famiglia.

Soluzioni
Ottimizzare gli spazi, a partire da una cucina che si affacci sul living ma che, allo stesso tempo, possa essere chiusa al bisogno. Prevedere una camera per gli ospiti nel locale che ospitava la vecchia cucina. Rinnovare i tre bagni prevedendo una funzionale zona lavanderia. Valorizzare la luminosissima zona giorno e creare continuità tra gli ambienti grazie all’utilizzo di colori neutri.

 

 
Identikit
Angela e suo marito hanno tre figli maschi: una famiglia numerosa che necessita di una casa più ampia, funzionale e adatta a diverse esigenze. Finalmente l’hanno trovata, ma ci sarà davvero bisogno di un intervento di ristrutturazione importante.
 
 

Il sopralluogo

Appeno entro in casa, vengo subito colpito dalla sua caratteristica più significativa: la luminosità. Il palazzo, infatti, affacciando su una piazza, non ha altri edifici immediatamente di fronte. Dovrò pensare a come mettere in risalto al meglio tutta questa luce! L’ampia zona living, composta da soggiorno e sala da pranzo, è proprio panoramica.
 
 

 
La casa è davvero rimasta ferma nel tempo. Nonostante questo, può vantare degli spazi davvero ampi e il suo potenziale è evidente.
Angela mi parla subito della cucina: siccome le piace davvero molto stare ai fornelli, trova che quella attuale, in cui si entra direttamente da un ingresso secondario, sia un po’ angusta. Come darle torto…
 
 

 
Proseguendo mi trovo in un primo bagno, che l’attuale inquilina utilizza come lavanderia, e in una camera utilizzata come studio.
Ci spostiamo nella zona notte, dove trovo una camera padronale, altre due camere da letto e due bagni.
Sono riuscito a farmi un’idea precisa della casa… Ora è tempo di mettersi al lavoro!
 

Le proposte

Propongo subito ad Angela di annettere il vecchio studio alla zona giorno, per ampliare e valorizzare il luminoso living. La nuova cucina, invece, la prevedo nella vecchia zona pranzo, in modo che rimanga in una posizione molto luminosa e attigua al soggiorno: tra le due stanze penso a un comodo pannello a scorrimento che Angela potrà aprire e chiudere al bisogno.
 


 

La zona notte può già vantare un’ottima divisione degli spazi che è solo da perfezionare. La posizione dei bagni dovrà essere mantenuta a causa del vincolo degli scarichi; si potrà però regolarizzarne il perimetro, in modo che le camere risultino il più possibile più lineari e ampie. Propongo di spostare l’ingresso di un bagno all’interno della camera padronale, per renderlo ad uso esclusivo di Angela e di suo marito.
 


 

Per i ragazzi penso invece a due camere, una per il più grande e l’altra per i due più piccoli dotata di cabina armadio, tra cui avranno il loro bagno; penso inoltre a un’ampia zona contenitiva nel disimpegno su cui affacciano. Nella zona dove attualmente trova posto la cucina, prevedo una nuova camera per gli ospiti/hobby, e di fianco un bagno cortesia, dotato di una lavanderia attrezzata nel suo disimpegno.
Angela si mostra subito d’accordo con la nuova disposizione che ho pensato per la sua casa. Arriva quindi il momento di definire gli infissi: scegliamo porte rasomuro per ottimizzare gli spazi e la porta d’ingresso, che sarà caratterizzata da un pannello liscio dello stesso colore delle pareti.
 


 

Let’s go!

Il cantiere viene avviato! Si comincia, come sempre, con le demolizioni e con le ricostruzioni. Nella cameretta dei bambini, la più fredda della casa, viene posata una controparete isolante. Siamo quindi pronti per la posa dei rivestimenti: suggerisco ad Angela un parquet estremamente resistente all’acqua, composto tra tre diversi strati e dall’aspetto molto naturale. Il formato sarà piuttosto largo e di lunghezze diverse, per un risultato di grande effetto. Per le pareti dei tre bagni, invece, scelgo un gres porcellanato effetto cemento declinato in tre diverse colorazione, tutte molto neutre per seguire il gusto di Angela. Nulla viene lasciato al caso: i termoarredi vengono previsti in nuance con i rivestimenti. Per creare un effetto omogeneo, nel bagno ad uso della camera padronale scelgo anche dei sanitari di ceramica opaca in tinta con i rivestimenti: un tocco davvero originale, non credete?
 


 

La regina della casa

Arriva il momento di scegliere la cucina: non posso assolutamente deludere Angela. Devo proprio stupirla!
Scelgo un’isola con annesso un tavolo in legno, in una finitura molto simile a quella del parquet. Per quanto riguarda la parte contenitiva, prevedo delle colonne lasciando a giorno il lato che si affaccia sul living: il tutto studiato al centimetro, così come gli arredi che scelgo per gran parte della casa, che permetteranno di sfruttare gli spazi al meglio.
 


 

Riesco a contagiare Angela con il mio amore per le carte da parati: vinco il suo secco “no” iniziale proponendole un soggetto astratto per l’anta scorrevole che dividerà la cucina dal soggiorno, per un risultato davvero d’impatto. Nella stanza del figlio più grande, invece, verrà posato un wallpaper a tema New York, la sua città preferita: questo soggetto permetterà di dare profondità alla stanza.
 


 

Missione compiuta! Le aspettative della padrona di casa sono state rispettate… e forse anche un po’ superate 
Che cosa ne pensate di questa prima puntata? Io sono stato davvero contento di tornare sui vostri piccoli schermi con questo progetto entusiasmante, ricco di particolari interessanti che spero vi abbiano colpito.
Non perdetevi l’approfondimento sulle opere d’arte presenti in casa, che pubblicherò tra qualche giorno…
E non perdetevi la prossima puntata di “Cambio Casa, Cambio Vita!”. Ci vediamo venerdì alle 23:13, sempre su La5 😉

Photo credits: Armando Moneta

Credits:
Cesar (cucina su misura), Itlas (parquet), Wienerberger (laterizio isolante termico), London Art (carte da parati), Scrigno (soluzioni per porte scorrevoli e a battente), Covema (pitture e vernici), Gardesa (porta di sicurezza), Deltacalor (termoarredi e termosifoni), Ceramica Rondine (gres porcellanato), Signorini (rubinetteria), Novellini (box doccia), Colombo design (maniglie), Cielo (sanitari), Arazi (tappeti), Locherber (profumazioni d’ambiente), Marina C (biancheria su misura per letto), 29 Arts in Progress (opere d’arte), Scalise Costruzioni (impresa), Valerio Gessate (render animato).

Cambio casa, Cambio vita
19 maggio, 2018

MOSTRA COMMENTI

(4 Commenti)

  • Gian ha detto:

    Buongiorno Andrea,
    complimenti per il ritorno.
    Un paio di cose…
    Il colore dell’ingresso non è un po’ troppo “notturno”?
    Il parquet in cucina, con i grassi, non rischia di macchiarsi?
    Al prossimo progetto!

  • Giorgia ha detto:

    Buongiorno, bellissima ristrutturazione. E’ possibile sapere che lampadari sono quello sopra al tavolo della zona living e i due sopra il tavolo della cucina?
    Grazie

  • Andrea Castrignano ha detto:

    Ciao Giorgia, grazie per avermi scritto. Le lampade che vedi in cucina sono di Flos, modelli stringlight sphere e string light cone. Nel living invece ho inserito un lampadario di Nemo, modello Ellisse Pendant Double. Grazie!

  • Andrea Castrignano ha detto:

    Ciao Gian, il colore dell’ingresso è stato scelto per dare un’atmosfera avvolgente all’ingresso. Il parquet di ITLAS è una garanzia, lo puoi mettere anche in bagno, non si rovina nemmeno con l’umidità. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*