Cambio Casa, Cambio Vita!
17 Maggio, 2019
3

 

La prima puntata della nona edizione di Cambio Casa, Cambio Vita!

Cliente

Giancarlo è un giovane ragazzo che vuole trasferirsi a Milano per iniziare i suoi studi universitari. Sua madre Annacia, mia grande amica da molti anni, ha quindi deciso di acquistare un vecchio studio legale e trasformarlo in una casa.

 –
Esigenze

Bisogna arredare il piccolo locale per cercare di renderlo più ampio, luminoso e trovare una soluzione per le pareti rovinate dal tempo e dagli agenti atmosferici. Trattandosi di madre e figlio, dovrò mediare tra i gusti di Annacia e Giancarlo, cercando di accontentare entrambi.


Soluzioni

Per dare aria all’ambiente, inseriremo delle porte rasomuro scorrevoli e poseremo un parquet a basso spessore in modo da non cambiare la porta blindata d’ingresso. Le pareti rovinate saranno livellate attraverso l’uso di una vernice materica che ne coprirà le imperfezioni. Essendo la casa di un futuro universitario, darò un tocco di originalità trovando un colore accessorio che possa sposarsi bene con l’ambiente e i gusti del mio giovane committente.

 
 

Il sopralluogo

Non appena entro nello studio legale, mi rendo subito conto di due grandi problemi a cui dovrò assolutamente trovare una soluzione: uno degli accessi al bagno affaccia direttamente sul soggiorno, senza la dovuta presenza di un antibagno e le pareti d’ingresso sono grezze e rovinate, hanno proprio bisogno di un po’ di colore!

Gli infissi sono in ottime condizioni pertanto non avremo molti interventi strutturali. Agirò primariamente sulle pareti e sul mobilio, concentrandomi sul colore per dare personalità a questo spazio e renderlo una confortevole casa per Giancarlo.

Non vedo l’ora di dedicarmi al cavedio, così da creare uno spazio in cui Giancarlo possa accogliere i suoi amici.


 

Le proposte

Per questo progetto, so già da dove iniziare: le pareti della nuova casa vanno assolutamente migliorate, ma rasarle sarebbe un lavoro troppo impegnativo, per questo ho pensato di proporre ad Annacia una vernice materica composta da argilla, così da coprire tutte le imperfezioni e andare incontro alle esigenze della mia committente che desidera vernici 100% naturali.

Dopo che avrò fatto chiudere l’entrata del bagno lato soggiorno, ci sarà un solo ingresso accessibile dalla camera da letto. Questo permetterà di avere una parete uniforme del living, così da pensare ad un modo per personalizzarla, magari con un wallpaper dalle forme geometriche sovrapposte e divise tra loro da una linea di colore deciso.

Gli infissi sono stati montati da poco, per questo motivo sarà necessario posare a correre un parquet a basso spessore così da non doverli cambiare. Inoltre, dati gli spazi non molto ampi, farò montare delle porte rasomuro scorrevoli, guadagnando spazio per poter sistemare gli arredi.

 

Un colore unico

Ho proposto ad Annacia di valorizzare la parete d’ingresso con il colore petrol selezionato dalla mia cartella colori: una tonalità giovanile in grado di ravvivare lo spazio. Le ho suggerito di posare un wallpaper dalle forme geometriche e da campiture di colore sovrapposte, ma delineate con il petrol, così da essere in tinta con la parete dell’ingresso. Anche le sedie sono dello stesso colore, per richiamare i dettagli della carta da parati e rendere così questo colore accessorio il fil rouge della casa.

 

 

Ampliare gli spazi

Per rendere lo spazio più ampio ho trovato varie soluzioni: ho scelto appositamente il parquet in rovere chiaro, un rivestimento che non dà pesantezza alla casa e permette di giocare con colori più audaci come il mio petrol. Per quanto riguarda i complementi d’arredo, ho puntato sullo stile che rievoca gli anni ‘60: il tavolo con superficie rotonda in vetro e struttura in gambe sagomate dà un effetto di leggerezza e si coordina con le sedie in polipropilene in pieno stile liberty.

Inoltre, ho voluto che fosse presente un divano con penisola, così Giancarlo potrà invitare i propri amici in tutta comodità.
 

 

 

Un bagno chic

Il bagno si sviluppa in lunghezza, ho pensato quindi a un lavabo ad appoggio su un piano in grès e sanitari sospesi color arenaria in modo da non rendere angusto il locale, inserendo un grande e pratico box doccia, con anta in vetro a tutta altezza fino al soffitto. Non potevo non personalizzare anche il termoarredo con lo stesso colore utilizzato per i sanitari, così da richiamare le tonalità calde di tutta la casa.

 


 

Un cavedio da sogno

Per i vasi e i sassi del cavedio ho scelto di puntare sul bianco, in perfetto contrasto con il marrone degli arredi esterni e con le lanterne nere. Questa zona relax sarà molto utile ora che Giancarlo sta per iniziare il suo periodo universitario!

E a voi è piaciuta questa puntata? Fatemi sapere cosa ne pensate nei commenti!


 
 
Photo credits: Armando Moneta
Credits:
Atelier Virginio La Rocca (tessuti), Brochier (rivestimenti cuscini), Calligaris (arredamento casa), Covema Vernici (tinteggiature), Deltacalor (termoarredi), Fazzini (biancheria per la casa), Itlas (pavimenti in legno e parquet), Lai Design (architetti del verde), LondonArt (carta da parati), Scrigno (porte scorrevoli e a battente rasomuro).

Cambio Casa, Cambio Vita!
17 Maggio, 2019

MOSTRA COMMENTI

(3 Commenti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Guarda i prodotti utilizzati