arte&co.
6 febbraio, 2017
1

slider (5)
Appassionati di arte e non, vi scrivo per raccontarvi le meraviglie che ho visto durante la visita ad Artefiera Bologna, l’immancabile appuntamento annuale per l’arte contemporanea. Serena mi ha accompagnato in un tour denso di incontri: girando per gli stand ho rincontrato tanti amici galleristi e conosciuto nuovi artisti.

ospiti2Con Serena e l’artista Agostino Arrivabene allo stand Galleria Giovanni Bonelli; con l’artista Mirko Baricchi allo stand Cardelli&Fontana

Alcune opere mi hanno davvero affascinato, soprattutto il mondo della scultura: dall’opera in marmo che riproduce i copertoni per le auto dello scultore Fabio Viale, alle strepitose creazioni in ceramica di Bertozzi & Casoni che ricreano cumuli di piatti e avanzi. Un busto in gesso degli ironici The Bounty Killart e la tridimensionalità dell’opera in lamiera e vetro soffiato di Enrico Benetta.

Opera-degli-artisti-Bertozzi-&-Casoni

Opera degli artisti Bertozzi & Casoni

Opera-di-Enrico-Benetta

Opera di Enrico Benetta

Ho incontrato con piacere l’artista Giacomo Costa che stimo e seguo da tempo e, tra i fotografi, mi ha molto colpito una fotografia surreale di Matteo Basilé, sui toni del bianco, molto raffinata.

Con-l'artista-fotografo-Giacomo-Costa-_stand-Guidi-&-Shoen

Con l’artista fotografo Giacomo Costa allo stand Guidi & Shoen

Opera-fotografica-di-Matteo-Basilé

Opera fotografica di Matteo Basilé

Pittura e tanto colore nelle opere dei contemporanei Peter Halley e Marc Quinn, ma anche nella ricerca sempre elegante e attuale di Valerio Adami.

Opera-dell'artista-Valerio-Adami

Opera di Valerio Adami

Opera-dell'artista-Marc-Quinn

Opera dell’artista Marc Quinn

E poi ancora incontri stimolanti con gli artisti Mirko Baricchi che mi ha presentato i suoi nuovi lavori e Agostino Arrivabene che mi ha aperto le porte e introdotto nel suo mondo alchemico costruito con una pittura misteriosa e stupefacente.

Come sempre un tuffo nell’arte mi stimola moltissimo ed è particolarmente interessante potersi confrontare con i galleristi, conoscere le tendenze, capire gli andamenti del mercato e farsi trasportare dall’affascinante immaginazione degli artisti.

Grazie e a presto con il prossimo appuntamento con l’arte (in giro per il mondo).
Andrea

arte&co.
6 febbraio, 2017

MOSTRA COMMENTI

(Un commento)

  • Gian ha detto:

    Un tour artistico per trarre nuove ispirazioni?
    Di questi tempi, sarebbe meglio Artissima o MiArt.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*