arte&co.
26 giugno, 2018
1

Slide background

Vi presento gli artisti della 6a puntata dell’ottava stagione di Cambio Casa, Cambio Vita!

 

Tre artisti, un pittore, un visual artist e un fotografo: Paolo Maggis, Vincenzo Marsiglia e Filippo Piantanida.

Tre approcci lontani tra loro ma perfetti insieme nel dare la giusta atmosfera alla splendida villa di Alessandra e Massimo.

Audaci senza essere incomprensibili, interpreti frizzanti della realtà contemporanea, questi tre artisti mi hanno aiutata con le loro opere a trovare le giuste collocazioni aggiungendo agli ambienti un effetto sorpresa e di riflessione che l’arte è giusto possa offrire.

 

opere d'arte puntata 7 Cambio Casa Cambio Vita! 8

 

Paolo Maggis vive e lavora tra Milano e Barcellona, curioso viaggiatore rielabora l’ambito della figurazione con una pittura dalle pennellate dense, larghe ed energiche.

Le figure e i volti emergono lentamente dalla materia e prendono forma e tridimensione dal chiaroscuro e dall’uso straordinario del colore.

La mano sensibile dell’artista corre sulla tela con impeto e con meditazione nello stesso momento, lasciando le immagini in bilico tra la realtà e l’astrazione.

 

Opera di Paolo Maggis

Paolo Maggis, Reverse, 2015, tecnica mista su tela, cm 100×110.

 

La grande tela posizionata nella zona pranzo contrasta fortemente con il colore della parete di fondo e crea un impianto scenografico dello spazio davvero potente.

 

Opera Paolo Maggis 2

Paolo Maggis, Study of light, 2015, tecnica mista su tela, cm 180×210.

 

Vincenzo Marsiglia è difficile definirlo in un’etichetta: la sua stella a quattro punte, molto riconoscibile, è diventata simbolo grafico e pretesto artistico per sviluppare forme d’arte diverse, dalla pittura alla grafica, dall’installazione all’arte interattiva.

Per lo studio di Massimo ho scelto due opere grafiche su carta, minimali nell’uso del colore, essenziali.

La stella diventa in questo caso l’elemento che costruisce il ritmo della composizione, nell’alternanza tra il concetto di “positivo” e quello di “negativo” con la tecnica del ritaglio. La ripetizione ci rimanda al concetto lontano di un codice a noi incomprensibile, ma perfetto nella sua nella resa estetica.

Le abbiamo incorniciate in modo semplice, con una cassetta bianca con distanziatore, perché è sempre importante che i lavori su carta siano ben protetti e che il vetro non appoggi sulla superficie dell’opera!

 

Vincenzo Marsiglia, opere

Vincenzo Marsiglia, Ring star, 2003/2004, acrilico e vinilico su carta, cm 60×60.

 

Filippo Piantanida è talmente attento ai dettagli che ha allestito lui stesso le sue opere a parete nella casa di Alessandra e Massimo!

Opere stampate su carta fotografica e montate su alluminio che estremizzano il concetto di spazio-tempo racchiuso nell’istante fotografico.

L’immagine che noi vediamo è il risultato in una ricomposizione di centinaia di scatti, a volte realizzati a distanza di mesi o anni tra loro, presi dai satelliti che si muovono intorno alla terra.

Spazi reali che possono quindi esistere una sola volta, proprio in virtù della loro composizione, mappe tanto vere quanto astratte, che aprono riflessioni importanti sul tema della conoscenza.

 

Piantanida Malesia

Filippo Piantanida, Malesia, 2017, stampa lambda montata su alluminio, cm 80×120.
 

 

Europa Piantanida

Filippo Piantanida, Europa, 2017, stampa lambda montata su alluminio, cm 80×120.

 

Anche la collocazione è stata studiata con attenzione, al piano di sopra nello spazio aperto della zona fitness. L’opera posizionata nel corridoio di passaggio è ben visibile dalla zona living raccogliendo una luce radente dall’apertura che porta alla terrazza.  Super!

 

Piantanida opere d'arte

 

A presto, 

Serena
 

arte&co.
26 giugno, 2018

MOSTRA COMMENTI

(Un commento)

  • Monica ha detto:

    Preferisco le opere di Paolo Maggis . Tuttavia considero ottimamente posizionate tutte le opere all’interno della casa. Mi incuriosisce molto l’artista Filippo Piantanida

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*