Aiuto! Arrivano gli ospiti...
30 novembre, 2018
0

Slide background
Slide background
Slide background

Prima puntata di Aiuto! Arrivano gli ospiti…

 

La richiesta d’aiuto

Daniele, dopo la separazione, è temporaneamente tornato a vivere a casa di sua mamma. Non molto tempo dopo, però, ha conosciuto una nuova fiamma, che premeva per essere invitata a cena. Si è quindi affrettato per cercare un nuovo nido… l’ha trovato nella sua Brianza, ma completamente vuoto!

 

 

Il sopralluogo

Il loft acquistato da Daniele è davvero un bellissimo involucro: mi rendo subito conto che nell’open space che costituisce la zona giorno c’è davvero moltissimo spazio. L’ambiente in cui è prevista la cucina risulta comunque ben separato da quello che sarà il soggiorno. L’elemento che più di ogni altro caratterizza la casa di Daniele è la parete a doppia altezza che abbraccia sia il piano terra che il soppalco dove è prevista la zona notte. Ci sono due elementi che il mio nuovo committente mi chiede di mantenere: un secretaire e una cappelliera. Si tratta di arredi classici, ma Daniele mi chiede un progetto in stile moderno… dovrò studiare il modo migliore per integrarli. Sbircio anche nel disimpegno che dalla zona giorno porta a un bagno cortesia. Sono già pieno di ispirazioni!

 

 
 
 
Lo chef ha subito le idee chiare: quella che Daniele metterà in atto grazie ai suoi consigli, sarà una cena afrodisiaca a base di pesce… con dei richiami alla Lombardia.
 

Soluzioni

Dana e Valeria mi affiancano nella progettazione. La parete a doppia altezza che tanto mi ha colpito si presta senz’altro per ospitare un wallpaper. Sopra alla scala, inoltre, penso subito a una sospensione scenografica: vado in showroom per farmi consigliare al meglio. Il bello di arredare un ambiente vuoto è che si ha davvero carta bianca! Il loft di Daniele ha tutto lo spazio necessario per ospitare una signora cucina, dotata di ogni confort e che, nella sua estetica, rispecchi l’eleganza che il committente vuole comunicare. Che dire del soggiorno? Penso subito a una libreria capiente e dalle linee minimal, così come a un divano che sia comodo e chic al tempo stesso. Per quanto riguarda i colori, voglio un trionfo di nuance neutre e velate di grigio. Infine, devo occuparmi anche del disimpegno… Mi lascerò sfuggire la possibilità di realizzare il mio effetto scatola? 🙂

 

Il relooking

Una volta condivise le scelte con Daniele grazie al nuovo strumento rappresentato dalla realtà virtuale – a proposito, che ne pensate? Vi è piaciuto? – i lavori possono finalmente cominciare.

Per quanto riguarda la finitura della cucina, scelgo un impiallacciato essenza rovere per il tavolo e un laccato seta per basi: credo che il risultato sia proprio d’effetto. Gli strumenti per preparare una cena coi fiocchi, poi, ci sono tutti: piastra a induzione, forno, anche una cantinetta per tenere al fresco lo champagne…

 

 
 

Per quanto riguarda le tinteggiature, opto per un grigio molto tenue in tutta la zona giorno; nel disimpegno, invece, ricreo l’effetto scatola grazie al Denim della mia cartella colori. Qui, inoltre, c’è spazio a sufficienza per realizzare un piccolo sgabuzzino, dove faccio posizionare la cappottiera di Daniele: un ottima soluzione per non lasciarsi ingombrare da giacche e giubbotti.

Ma passiamo alla chicca: la sospensione, nera, elegante e imponente, perfetta per riempire lo spazio vuoto sopra alla scala. Grazie alla sua forma, crea dei singolari giochi di luce.

Il wallpaper che ho scelto per la parete che si estende sui due piani del loft è caratterizzato da un soggetto geometrico, e si rivela perfettamente in tono con i colori scelti per le altre pareti. Questo elemento diventa una sorta di quinta scenica, dal forte impatto visivo. Secondo voi sono riuscito a valorizzarlo come desideravo?

La libreria, grazie alla finitura neutra e dalle forme minimal, dialoga alla perfezione con il secretaire che Daniele mi ha chiesto di mantenere.

 

 

La cena si avvicina, ed è importante curare l’allestimento nei minimi dettagli. Avete visto quanto i complementi d’arredo riescono a caratterizzare una casa? In questo caso riprendevano i colori neutri del progetto, così come i tessuti e il tappeto.

La mise en place poi, per un’occasione così importante, non si poteva proprio sbagliare… ho scelto dei piatti bicolor e delle posate dalla finitura cangiante. La composizione realizzata da Rosalba ha dato quel tocco di originalità alla tavola.

 

 

Daniele, nel frattempo, grazie all’aiuto dello chef, si è trasformato in un cuoco provetto… Proverete anche voi a riproporre le sue pietanze?
 

Gli ospiti a cena…

Sapevo che la cucina scelta avrebbe fatto colpo sulla nuova fiamma di Daniele! Scommetto che non vedrà l’ora di utilizzarla lei 🙂

Il nostro committente ci ha fatto sapere che è stato tutto molto gradito: le mie scelte cromatiche e d’arredo e i piatti proposti dal mio omonimo chef. Non possiamo che fare gli auguri a questa nuova coppia, felici di aver contribuito a rendere speciale la serata.

Augurandomi che siate contenti del nostro ritorno, vi do appuntamento a giovedì prossimo con una nuova, scoppiettante puntata. Nel frattempo sono curiosissimo di sapere che cosa ne pensate di questa nuova edizione e in particolare le progetto realizzato per Daniele. Scrivetemelo nei commenti!

A prestissimo!

 

Photo credits: Armando Moneta
Credits: LONDON ART (carte da parati), COVEMA (colori, pitture e vernici), BROCHIER (tessuti e cuscini decorativi), SCHONHUBER FRANCHI (accessori tavola), KN INDUSTRIE (utensili cucina), POTAFIORI (composizioni floreali), RINASCENTE (complementi d’arredo), CAPRICCI (alici sott’olio), ARAZI (tappeti custom made), WFTB (teste di moro), MM LAMPADARI (luci decorative), MINIFORMS (sedie), AMBIENS VR (realtà virtuale)

 

 
 
 

 

Aiuto! Arrivano gli ospiti...
30 novembre, 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Guarda i prodotti utilizzati