arte&co.
24 ottobre, 2016
0

Ciao a tutti! Torno a scrivere per parlarvi di una galleria che ho recentemente visitato a Milano… si chiama 29 ARTS IN PROGRESS gallery, e proprio qui ho scoperto un artista ironico che mi ha molto colpito! Francesco De Molfetta, mi ha entusiasmato con le sue opere irriverenti realizzate in porcellana. Una grande maestria tecnica unitamente ad una genialità scanzonata hanno reso queste opere assolutamente pop, tema che ultimamente mi attrae moltissimo…
 
“Dopo anni di intensa attività da Londra – affermano i fondatori Eugenio Calini e Luca Casulli – , con mostre organizzate in Europa e nel Sud-est asiatico, 29 ARTS IN PROGRESS compie un ulteriore salto in avanti, alla ricerca di nuovi orizzonti d’azione e altre piattaforme di visibilità, scegliendo Milano come culla dei futuri progetti di sperimentazione e promozione del Contemporaneo e della Fotografia”.
A inaugurare il ciclo espositivo milanese sarà POPcellana, la personale di Francesco De Molfetta (Milano, 1979), artista di grande talento e di fortissima originalità, il cui soprannome, quasi una sorta di “marchio registrato”, è semplicemente “Demo”, che presenterà, dal 14 ottobre al 12 novembre 2016, trenta opere interamente realizzate in porcellana.
 
1-francesco-de-molfetta-de-capital
 
Il suo lavoro getta un ponte tra l’arte classica e la cultura iconografica contemporanea. Francesco De Molfetta lega il fatto storico di rilievo con i personaggi dell’attualità, gli eroi dei cartoni animati – Topolino – e le icone del cinema – James Bond, con i grandi miti della storia dell’arte – Rodin.
L’artista milanese esprime sempre una componente seducente, spettacolare e di presa mediatica, con una giocosità di taglio tipicamente neopop, caratterizzata da colori vivaci con un’ironia scanzonata, che tuttavia induce alla riflessione, come quando declina i più importanti brand dell’economia globalizzata in sculture di matrice concettuale e ironica.
Il continuo rapporto di scambi, di allusioni, di interazioni reciproche tra titolo e corpo dell’opera è uno dei temi principali della sua cifra stilistica, supportata da un ricercato perfezionismo linguistico, espresso da un virtuosismo tecnico-formale e dalla riscoperta di raffinati metodi di verniciatura, di policromia, di lucidatura e di rifinitura dell’opera.
 
2-francesco-de-molfetta-lappuntamento
 
Per saperne di più su Francesco De Molfetta:
Nato nel 1979 vive e lavora a Milano
Principali mostre collettive:
2015: “Plastica Italiana”, collettiva a cura di Valerio Dehò, museo MACIST di Biella; “Imago Mundi”, collezione Benetton , Fondazione Giorgio Cini, Venezia Isola di San Giorgio Maggiore; Imago Mundi, collezione permanente Benetton, fondazione Sandretto Re Redebaudengo, Torino; “PLASTICA ITALIANA” , Museo civico di Arte contemporanea di Arezzo, curata da Valerio Deho’.

2014: Superheroes 2.0 a cura di Alessandro Riva e Silvia Fabbri, Museo Villa Bertelli, Forte dei Marmi(LU); Milano Expo Gate Castello Sforzesco, performances di Piero Manzoni rieseguite da artisti contemporanei, a cura dell’Archivio Piero Manzoni;, “Woven Accents-one love”, a cura di Ginna Chiristensen, MOCA Design Museum Los Angeles.
 
3-francesco-de-molfetta-vase-bond
 
Principali mostre personali:
2015: “DEMOdè”, a cura di Alessandro Riva, galleria Poleschi Arte, Milano;“Popcelain”, JR Gallery, Berlino.

2013: “Demology” a cura di Massimo Sgroi, c/o galleria Nicola Pedana, Caserta (CE); “Toys are us” , Clara Pacifico Art Consulting, Principato di Monaco; “DEMOdè” , galleria permariemonti Arte contemporanea, Civitanova Marche.

2012: “Buon Natarbre”, galleria San Carlo, Milano.

2011: “POP FICTION”, Toy Art Gallery Los Angeles, U.S.A.

FRANCESCO DE MOLFETTA. POPcellana
Milano, 29 ARTS IN PROGRESS gallery – Via San Vittore 13
14 ottobre – 12 novembre 2016
www.29artsinprogress.com
 
 
 

arte&co.
24 ottobre, 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*