Slide background

 

Ciao amici,

Vi piace ascoltare la musica? Preferite quella digitale o c’è tra di voi qualche nostalgico appassionato di vinili?
Che facciate parte dell’una o dell’arta categoria, con questa pillola mi rivolgo a voi: vi racconterò come ho reso performante il sistema audio di una villa, portando la musica in tutte le stanze!

Pronti? Si comincia.
Quando Massimo è venuto in studio, mi ha lanciato una sfida: aiutarlo ad ascoltare nuovamente i suoi 45 giri, finiti in un ripostiglio da quando il suo vecchio giradischi aveva smesso di funzionare.

Ho trovato la soluzione grazie a BigBen Interactive.
Un loro modernissimo giradischi ha catturato subito la mia attenzione: la sua finitura lucida laccata avrebbe completato alla perfezione lo stile dello studio di Massimo.
Quando il commesso mi ha comunicato che il giradischi era anche in grado di convertire i vinili in mp3 non ho più avuto dubbi: sarebbe stato perfetto per Massimo.

Sistemata la musica nello studio del mio cliente, sono partito alla ricerca dei diffusori audio più adatti per il resto della casa, visto che la passione per la musica era proprio di famiglia.

Nel living ho integrato alla Tv una Soundbar wireless che garantisce una qualità del suono straordinaria.

Per la palestra, invece, ho scelto un diffusore multimediale di massima potenza, perfetto anche in ambienti rumorosi, grazie ai suoi 500W.

Ma il vero colpo di fulmine è scoccato quando ho visto uno speaker a forma di cuore, sempre tra gli scaffali di BigBen. Questo diffusore, che cambia colore ed emana una luce soffusa, adesso si trova sul comodino di Nancy, la figlia di Massimo.

E voi che sistema utilizzate per ascoltare musica a casa vostra? Sono curioso, scrivetemelo nei commenti!

Ciao, alla prossima!

Interior project
21 settembre, 2018