SLIDER (8)

 

Ciao a tutti, oggi voglio immergermi insieme a voi nel coloratissimo mondo delle carte da parati.
 
 

 
 
Le carte da parati sono perfette per dare una nuova identità a un angolo di casa, senza stravolgimenti né investimenti troppo impegnativi.
La scelta di tappezzare interamente una stanza oggi è stata sostituita dalla tendenza di ricoprire una parete soltanto, a seconda di ciò che si desidera mettere in risalto. Tra le possibilità, la più divertente è senza dubbio quella di abbinarla al pavimento, sul quale la si posa e riveste con una mano di resina per dare vita a un effetto di continuità davvero coinvolgente.
Resa molto interessante anche se la si applica sulle pareti del corridoio oppure se la si utilizza per definire una precisa area della stanza.
L’applicazione della carta da parati risponde alle tempistiche dettate dal tipo di tappezzeria e dipende anche dalla complessità del disegno che rappresenta.
 
Ecco un altro punto a favore: la personalizzazione dei soggetti e dei colori sulla base di un concept o delle richieste della committenza.
E poi… scegliere la carta da parati come “decorazione parziale” dietro al divano o alla testata del letto, può dare vita a vere e proprie pareti “parlanti”!
Ma non solo, una speciale tipologia di carta da parati realizzata in fibra di vetro, si può applicare anche sulle pareti del bagno perché resiste all’umidità e all’acqua senza mai rovinarsi.
La gamma di proposte tra cui scegliere è immensa e spazia attraverso colori, soggetti e stili molto diversi tra loro.
Dal mood più underground adatto alla parete di uno studiolo, a quello delicato riservato alla camera da letto, passando per le proposte giocose da scegliere per dare nuova anima alla cucina, fino ad arrivare al più classico ma non meno scenografico lettering.
Insomma, nuovi scenari, panorami inaspettati e atmosfere diverse, tutte nella stessa casa.
 
 
E voi quale tipologia di carta da parati vorreste che approfondisca?
Ciao e alla prossima!
 
 
 

In cantiere
8 febbraio, 2017