sliderGRES

 
 
Ciao a tutti, rieccomi a voi! Oggi voglio parlarvi del grès porcellanato, una particolare ceramica compatta molto richiesta come rivestimento, essendo economico, pratico da pulire e con una resa estetica eccezionale, in grado di riprodurre un effetto molto simile al parquet, al marmo, alla pietra o al cotto naturale.
 
 

 
 
La mattonella del gres, posata per tecnica incollata, è composta dalla sintesi di diversi materiali tra cui argille e sabbia, ed essendo cotta al forno a temperature altissime, è in grado di resistere a diverse condizioni climatiche senza perdere smalto e lucentezza. Inoltre è impermeabile e per questo può essere posata anche in ambienti umidi come bagno o cucina, è compatto, versatile e praticamente eterno.
 
Per quanto riguarda le dimensioni poi, beh la scelta è praticamente illimitata: si passa da maxi piastrelle 90×90 a liste 20×120, e lo stesso vale per le tipologie, i formati e le decorazioni. Ad esempio, esiste la tecnica chiamata allo stato naturale, dall’aspetto grezzo che ne mantiene intatte le prestazioni; la lappatura che lo rende liscio e luminoso; e poi c’è la versione smaltata ottenuta tramite la cottura della ceramica che rende il grès ancora più resistente.
 
Una serie infinita di caratteristiche che mi hanno letteralmente conquistato e stimolato nella creazione di SQUARY, un decoro in grès porcellanato effetto cementite realizzato in collaborazione con Ceramica Rondine che va ad ampliare e impreziosire la collezione in grès effetto cotto Amarcord. Ispirato alla perfezione delle forme geometriche, SQUARY è un trionfo di ritmo e colore che va a disegnare pattern senza tempo che si abbinano perfettamente sia con mood contemporanei, sia con stili più classici. Devo vedrei bene SQUARY? Su pareti poco valorizzate come ad esempio lo schienale della cucina, le pareti interne della doccia o perché no, per disimpegni poco decorati.
 
Che dire di più? Una soluzione perfetta per qualsiasi tipo di esigenze e di gusto. Praticamente un sogno che si avvera.
Alla prossima, CIAO!
 
 
 

In cantiere
20 gennaio, 2017