Cambio Casa, Cambio Vita!
31 Maggio, 2019
0

 

La terza puntata della nona edizione di Cambio Casa, Cambio Vita!

Cliente

Vi presento i miei nuovi clienti: loro sono Virginio e Lilla, una frizzante coppia sulla cinquantina. Hanno bisogno del mio aiuto per ristrutturare la casa dove desiderano trasferirsi subito dopo la pensione, una deliziosa abitazione a pochi passi dal lago di Garda.

 –
Esigenze

Il primo obiettivo del mio lavoro è quello di conferire un tocco di personalità alla casa, dando agli ambienti un aspetto più armonioso attraverso i punti luce e l’utilizzo del colore. Per fortuna non ci sono lavori di ristrutturazione da eseguire, eccetto la creazione di una scala destinata a collegare la casa con il tetto.


Soluzioni

Mi concentrerò sui wallpaper, sui mobili e sui dettagli, perché il vero protagonista di questo nuovo progetto sarà proprio l’arredo. Anche la scala sarà una bella sfida: vi mostrerò come un oggetto funzionale può trasformarsi in un elegante elemento di design.
 

 

Il sopralluogo

La casa è un luogo confortevole e luminoso, con delle stupende travi a vista sul soffitto. Vorrei esaltare queste sue caratteristiche rendendola ancora più accogliente. Gli ambienti non sono particolarmente spaziosi, per questo avrò bisogno di trovare soluzioni che diano la sensazione di ariosità, senza effettuare grandi stravolgimenti.

In compenso c’è un bel terrazzo, che però affaccia su una strada molto trafficata. Virginio e Lilla vorrebbero avere uno spazio più intimo, per questo consiglierò di posizionare delle piante lungo tutto il perimetro e di utilizzare dei tiranti orizzontali in modo da permettere ai rampicanti di estendersi verso l’alto.


 

 
 

Le proposte

Partiamo dalla scala! Come vi accennavo, voglio che diventi un elemento scenografico e decorativo. Sarà realizzata interamente in ferro, eccetto i primi tre gradini che invece saranno realizzati in legno da un falegname. Questo particolare, oltre a conferire eleganza e originalità, è anche una fantastica soluzione per ottimizzare gli spazi: i gradini nascondono dei pratici cassetti dove Virginio e Lilla potranno riporre le proprie cose.

E ora passiamo alla parte più divertente, i colori! Azzurro, verde acqua e blu: ho deciso di ricorrere a tinte che richiamano le tonalità del lago in modo da creare un raffinato degradè in tutti gli ambienti della casa.

Infine penserò ai mobili, alla carta da parati e agli altri elementi d’arredo: voglio che tutto sia personalizzato e unico.
 

 

Colori e fantasie

L’idea di rendere l’azzurro il colore principale dell’abitazione non è nata per caso. In cantiere ho ritrovato una vecchia doga del pavimento con venature azzurre e ho voluto partire proprio da lì. Lo sguardo rivolto ai dettagli mi ha permesso di cogliere altre particolarità cromatiche, con cui poter giocare su tutti gli ambienti. Il mosaico del bagno, per esempio, è diventato l’elemento con cui ho personalizzato tutti i mobili.

Ma ci sono anche elementi originali, come la carta da parati con la fantasia a mongolfiere (rigorosamente voluta dai miei clienti) nella zona living, o come le lenzuola a stampe floreali nella camera da letto.
 

 

Cucina e living

Dato che mi trovo davanti a un ambiente unico devo studiare un modo per creare armonia tra la zona soggiorno e la cucina. Come prima mossa direi di posizionare un’isola unita al tavolo in essenza, in modo da non rendere angusto il locale. Farò poi allestire una lunga parete attrezzata, pratica e allo stesso tempo elegante: un elemento che creerà continuità dalla cucina al soggiorno integrando elettrodomestici e componenti per la zona living.

Infine la presenza di un divano a “L” mi aiuterà a definire ancora di più i confini dello spazio, in modo da separare le due zone.

 

Bagno

Per quanto riguarda il bagno ho pensato di guadagnare spazio collocando un box doccia con anta scorrevole per non creare intralcio. Poi sono state disposte delle lampade pendenti dalla parte del lavabo, essenziali ma allo stesso tempo molto scenografiche. La zona lavanderia, invece, rimane nascosta da un mobile nella zona dell’antibagno, in questo modo la sensazione sarà quella di trovarsi in un ambiente più ampio.
 

 

Il tocco d’artista

Non è ancora finita, manca ancora la parte più importante, perché credo che niente conferisca personalità a una casa come la cura per i particolari. Dopo aver ultimato tutti gli ambienti, ho terminato l’arredo con mobili customizzati. Alla fine ho chiesto aiuto alla mia consulente d’arte Serena Cassissa, che ha scelto accuratamente le opere più adatte per la casa.
 

 
Photo credits: Armando Moneta

Credits: Arazi (tappeti), Brochier by Andrea Castrignano (collezione cuscini), Carte Scoperte Art gallery (opere d’arte), Covema (vernici), …diDesign (arredi), Fazzini (biancheria per la casa),  IROBOT (robot aspirapolvere), LondonArt (wallpaper), Novellini (box doccia).

Cambio Casa, Cambio Vita!
31 Maggio, 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Guarda i prodotti utilizzati