Interior project
2 gennaio, 2017
6

slider-1
 
Da che cosa si parte quando si parla del primo approccio estetico scelto per la propria casa? Di stile minimal, urban-undergroung, bohemian, ecc… Ma per riuscire a esprimere uno stile senza tradirne il dna, è bene astenersi da almeno uno di questi errori, da evitare quando si vuole decorare o ri-decorare casa! Occhi e orecchie ben aperte!
 
Attenzione a non esagerare In qualsiasi spazio, su qualsiasi stile. Il troppo non è mai piacevole, anzi. Quando si tratta di scegliere i quadri da appendere nel proprio living, attenzione a non lasciarsi prendere da un improvviso slancio creativo. Date precedenza alla cornice più grande e al quadro che più amate, e se può essere sufficiente, limitatevi a quello. Sarà scenografico al punto giusto. Ricordatevi: buon gusto e buon senso, SEMPRE!
 
Non confinare tutti i mobili contro le pareti Questo non vi autorizza a lasciare il vostro divano nel bel mezzo del salotto, sia chiaro, però la distribuzione deve essere il più possibile bilanciata e proporzionata in base allo spazio a disposizione. Se è parecchio, al bando timidezze ma osate e, perché no, con qualche complemento, create quinte e nuovi spazi. E il vostro salotto diventerà molto più dinamico.
 
Non siate troppo parsimoniosi con i colori! Osate. Che poi detto da me non è più nemmeno una novità. Ma ribadirlo ha sempre il suo perché. Basta con i soliti colori, se c’è una tonalità che amate particolarmente, fatela vostra, anche in casa!
 
Non mischiate troppi stili Il rischio? Un caos difficile da interpretare che non farà altro che aggiungere disordine e a disorientarvi. Il gusto deve essere chiaro, così da cogliere quale stile è in assoluto quello che interpreta al meglio le vostre esigenze.
 
Non organizzate tutto intorno al televisore Come fosse un totem da venerare. L’angolo tv è sacrosanto, lo capisco, ma non deve essere il punto di partenza. Se si chiama angolo ci sarà un motivo 😉
 
Qualche altra dritta per voi che spero prima o poi riusciate a mettere in pratica. Aspetto le vostre impressioni! Un caro saluto a tutti, a presto.
Andrea

 
 

Interior project
2 gennaio, 2017

MOSTRA COMMENTI

(6 Commenti)

  • agostino ha detto:

    buonasera e complimenti per il buon gusto e la sobrietà delle scelte, seppur innovative ma senza stancare. Che genere di battiscopa minimale suggerirebbe per un ambiente come quello da lei progettato? oppure niente del tutto? grazie, cordiali saluti. Agostino

  • Pietro Musolino ha detto:

    Bel progetto.. la decorazione della parete con la cartina geografica, che ditta la tratta? Grazie

  • andrea castrignano ha detto:

    Ciao Pietro, è un modello di Glamora!

  • andrea castrignano ha detto:

    Ciao Pietro, la ditta è GLAMORA! 🙂

  • andrea castrignano ha detto:

    Ciao Agostino, grazie mille 😉 le tue parole mi fanno molto molto piacere! Puoi solo immaginare quanto impegno spendo insieme al mio team per realizzare progetti il più possibile completi, belli e funzionali. Tornando alla tua richiesta, la scelta di inserire o meno il battiscopa è molto soggettiva, e spesso l’input è tutto del committente. Non metterlo non è affatto “sbagliato”, anzi, però ripeto, è davvero soggettivo. Se invece si opta per il sì, la scelta mio avviso più puntuale, riguarda battiscopa il più possibile lineari e minimal, meglio se della stessa nuance del pavimento o dello stesso colore del muro (sì, verniciarlo non è reato 😉 ). Per avere una panoramica completa dei modelli che più si avvicinano al mio ideale di battiscopa, ti invito a visitare le proposte del brand Atelier Casabella. Spero di avere risposto in maniera esaustiva alle tue perplessità, un carissimo saluto Agostino! A presto 😉 Andrea

  • Monica ha detto:

    Hai ragione io casa mia l’ho decorata con rosso e grigio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*