Interior project
10 marzo, 2016
0

STUDIO

4 how to semplici ma decisamente efficaci da seguire se si vuol dare respiro all’ambiente.


Spazio contenuto = idee limitate? Sbagliato! Quando uno spazio non offre l’ampiezza desiderata, esistono dei piccoli escamotage ideali per “ingannare” lo sguardo e dare l’impressione che lo spazio sia più ampio. Come si fa? Basta uno specchio ben piazzato (o anche due), e il gioco è fatto. Ma non solo, se volete che lo spazio guadagni ancora più respiro, esiste un trucco che garantirà l’illusione di avere più centimetri a disposizione di quelli che in realtà si hanno. Posizionare una lampada proprio in corrispondenza dello specchio appena menzionato. Il risultato? La luce, rimbalzando sulla superficie dello specchio, raddoppia il suo raggio e si disperde pienamente nello spazio circostante, che grazie a questo effetto, oltre a essere più luminoso, regalerà la sensazione di maggiore ariosità. Ma anche l’uso del colore ha la sua importanza: scegliere una tonalità chiara e lucente è l’ultimo how to da seguire per assicurarsi spazi apparentemente più grandi! Avete visto quanto può essere facile stravolgere un ambiente senza dover cambiare praticamente nulla? Piccoli trucchi salva-spazio da seguire!
Ecco i quattro più efficaci da seguire:

L’importanza del colore

da preferire le tonalità chiare (vedi le proposte colore di Covema Vernici), delicate, perché allargano lo spazio.


COVEMA-VERNICI

Lo schema di posa dei rivestimenti

a parete soprattutto. Posizionarli in verticale o in verticale seguendo l’effetto creato dalle fughe, fa sembrare lo spazio nettamente più ampio, oppure più alto. Tra le scelte: un bellissimo marmo MGS modello Alba Chiara.


MGS

Come arredare la tavola da pranzo in stile shabby chic:

grande importanza rivolta agli accessori, che devono richiamare il più possibile lo stile rétro, sia nel materiale, come la porcellana, sia nel decoro, leggero e dai colori tenui. Un esempio? Il piatto piano dipinto a mano con fiori confetto modello Wildrose di Villeroy & Boch. In una parola: prezioso.


VILLEROY

Specchi

Il complemento d’arredo che, come nessun altro, garantisce un ampio respiro all’ambiente (molto bello il modello Geometrika di Pianca)


PIANCA

Nel bagno

Anche qui, c’è un trucco che può dare concerto agio allo spazio. Partendo dal piatto doccia che, se installato a filo pavimento a basso spessore, oppure in muratura (resina o ceramica), fa sì che non sia l’ingombro del piatto doccia canonico. In questo modo il piatto doccia si uniforma al resto del pavimento. Un esempio? I piatti doccia a filo pavimento di Azzurra


AZZURRA





Interior project
10 marzo, 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*