Interior project
14 Settembre, 2020
0

 

Art & Design | Milano Design City 2020

28 settembre – 10 ottobre, dalle ore 14 alle ore 22

@Studio Andrea Castrignano | Via Adige 11, Milano

#ArtAndDesign


In questi giorni vi sto svelando cosa e soprattutto chi sta dietro al mio progetto Art & Design per Milano Design City, per farvi comprendere il concept del progetto e conoscere da vicino i protagonisti che hanno collaborato insieme a me. 
Oggi vi presento la sesta collaborazione tra The Bounty KillArt, un collettivo di giovani artisti, e l’azienda Bongio Rubinetterie

 

Gli Artisti | The Bounty KillArt

 

Collettivo di giovani artisti nato sotto la Mole nel 2002 su iniziativa di Gualtiero Jacopo Marchioretto, Rocco D’Emilio, Dionigi Biolatti e Marco Orazi, studenti, a quel tempo, dell’Accademia delle Belle Arti di Torino. Le loro opere sono una sorta di rivisitazione in chiave nichilista e provocatoria dell’immaginario artistico neoclassico. Nonostante la giovane età, hanno all’attivo importanti mostre personali e collettive, tra cui L’Air ne fait pas la chanson, a cura di Eva Menzio, nel Tunnel Riva a Monaco, Oggi il kitsch, a cura di Gillo Dorfles, che si è tenuta nel 2012 alla Triennale di Milano. Nel 2014 hanno partecipato alla Biennale Giovani Accademia di belle arti di Bologna curata da Renato Barilli a Bologna, a Resilienze 2.0. a cura di Caterina Fossati e Luciana Letizzetto a Palazzo Saluzzo Paesana a Torino, e nel 2015 alla rassegne Holy Mistery al Centro Congressi Santo Volto di Torino, organizzata in occasione dell’Ostensione della Sindone e Simulacra OPEN AIR DI SCULTURA al Pala Alpitour/Isozaki. Nel 2016 espongono le loro sculture dissacranti accanto alle storiche ceramiche di Palazzo Madama, a Torino, nella mostra Terra. I segreti della porcellana, nel 2018 Gli ammutinati del Bounty a cura di Luca Beatrice nelle gallerie di Milano, Verona e Pietrasanta di Marco Rossi Artecontemporanea.

Gli artisti sono rappresentati dalla Galleria Marcorossi Artecontemporanea, Milano -Pietrasanta – Torino – Verona

 

 

L’Azienda | Bongio

 

 

Nata 79 anni fa, Bongio è la rubinetteria italiana che mostra da sempre una grande attenzione alla qualità tecnologica e al design dei propri prodotti, proponendo linee di rubinetteria con elevati standard tecnici e di funzionalità. L’azienda si avvale al suo interno anche del reparto di cromatura e verniciatura, anche questo contribuisce a dare un valore aggiunto.

Le collezioni di Bongio da anni si collocano all’avanguardia per forma e materiali utilizzati. Massimo livello qualitativo, affidabilità nel tempo e un rigoroso Made in Italy. Uno sviluppo ed un successo a cui hanno contribuito negli anni uomini e donne con il loro impegno e le loro idee.

La lunghissima esperienza, la collaborazione con vari designer, hanno portato l’azienda a conferire al bagno personalità, carattere che questo spazio ‘intimo’ si merita. Guardare al futuro con la forza di chi ha alle spalle una lunga storia.

 

Art & Design | L’incontro tra gli artisti e l’azienda

Dagli archivi della Bongio viene riscoperto il rubinetto Linea (editato nel 1982) che il collettivo artistico torinese utilizza in una scultura irriverente, in gesso e resina, in pieno stile The Bounty KillArt. 

La scelta di un modello classico ci riporta al valore del passato e della memoria e ci mette in relazione, con l’entusiasmo dell’ironia, con il nostro presente.

 

 

Product Design | Linea: un classico rivisitato

Ho reinterpretato un grande classico Bongio, una linea che ha segnato la storia dell’azienda negli anni 80 e che si appresta oggi a rinascere grazie ad un restyling che adatta le sue forme inconfondibili ai gusti contemporanei.

Ho voluto operare per sottrazione, riportando all’essenziale il design di questo rubinetto iconico in modo da interpretare pienamente il significato del nome che lo identifica: Linea. 
Ho disegnato profili più definiti e meno rotondi e scelto finiture ricercate capaci di inserirsi con equilibrio nei nuovi contesti dell’abitare contemporaneo.
Come un anello planetario, il miscelatore abbraccia il corpo del rubinetto e assicura una presa ergonomica. La bocca d’erogazione ha una forma più morbida e le numerose finiture disponibili permettono di incontrare le tendenze stilistiche attuali. 
Non potevo non giocare con il colore, ho proposto quindi due speciali varianti cromatiche dalla mia cartella: il Rouille, un intenso color ruggine e il Balena, un blu-grigio polveroso da combinare insieme alle altre finiture per creare la propria personale versione di Linea.

 

Curiosi di vederlo dal vivo?

Allora venitemi a trovare e seguitemi sul blog e sui social per conoscere quali sono le altre collaborazioni artistiche! 😉

A presto!
Andrea

Interior project
14 Settembre, 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*